Pontinia: Memorial Caporuscio, trionfa la Vis Sezze

Posted by

La sera scorsa allo stadio comunale di Pontinia intitolato a Riccardo Caporuscio si è potuto vivere un’autentica festa di sport. E’ stato possibile grazie allo spettacolo offerto dalla finale del 14esimo Memorial under 16 dedicato proprio all’indimenticato calciatore prematuramente scomparso.
Davanti a spalti gremiti, divenuti ormai una tradizione per la rassegna di calcio giovanile, si sono sfidate Vis Sezze e Priverno Palluzzi: la prima aveva regolato in semifinale l’Aurora Vodice Sabaudia con un netto 4-0; la seconda era riuscita a spuntarla sui padroni di casa del Pontinia con un gol di Venditti nei minuti conclusivi.

Sin dalle battute iniziali la formazione setina, partecipante alle gare regionali, ha dato prova del suo maggior spessore mettendo in difficoltà i ragazzi di Consoli. Già al 5’ il capitano Cacciotti ha trovato la via del gol, indirizzando dal limite sotto l’incrocio una potente conclusione. Il Priverno Palluzzi ha reagito immediatamente cogliendo un palo su una punizione di Fanti e sfruttando un assist di Olivieri con un rasoterra di Colabono spentosi d’un soffio al lato. La Vis Sezze ha risposto con le sortite sulle fasce degli ispirati Cappuccilli e Campagna, lanciati più volti a rete insieme allo scatenato Cacciotti. In almeno 4 circostanze, però, uno strepitoso Altobelli ha negato il gol consentendo ai suoi di restare in partita.

Il Priverno Palluzzi ha quindi continuato a crederci, costruendo delle opportunità anche in avvio di ripresa. Al 10’, però, il solito Cacciotti ha freddato l’entusiasmo degli avversari e dei loro tifosi raddoppiando con un sinistro ravvicinato. Quel gol ha letteralmente tagliato le gambe alla generosa formazione di Consoli, tanto che la Vis Sezze ha potuto approfittare arrotondando ulteriormente il punteggio: prima con un pallonetto vincente di De Rocchis e poi con due guizzi di Geniti, laureatosi non a caso capocannoniere del torneo.

Le altre premiazioni non potevano che riguardare Cacciotti come miglior giocatore ed il paratutto Altobelli, ripetutamente acclamato dal pubblico. La cerimonia di premiazione ha avuto per protagonista anche il Pontinia, destinatario del Trofeo Fair Play per la voglia e lo spirito di sacrificio messi in campo durante la semifinale. Prima dei fuochi d’artificio è intervenuto un gradito ospite, Luca Zavatti, che ha parlato della sua Fair Play School e dei suoi campioni speciali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...